Pasqua in Versilia

Sole, brezza marina e le vie delle città dense di colori e profumo di fiori.

La primavera cambia volto alla Versilia, rendendola una meta sognata dai turisti di tutto il mondo.

Se stai pensando di concederti alcuni giorni di riposo e relax a Pasqua, ecco cosa puoi fare in Versilia, da solo o in compagnia.

 

Visita alle città

Esiste una città sulla costa Toscana nella quale si respira ancora intatto il fascino della Dolce Vita. Sei mai stato a Forte dei Marmi? Punto di riferimento di tutta la Versilia, la città è famosa per il diffuso stile elegante e raffinato.

La spiaggia, bandiera blu europea, ha una sabbia fine e dorata, ideale per piacevoli passeggiate in riva al mare. Lunga 5 chilometri, si divide fra la parte dove sono presenti gli stabilimenti balneari (tutti molto ben attrezzati) e la spiaggia libera. Quest’ultima è parte della più ampia oasi del WWF de Le Dune, distesa fra Forte dei Marmi e Cinquale.

Non è da meno Pietrasanta, antico borgo medievale. Situata vicino alla catena montuosa delle Alpi Apuane, l’attrazione principale è situata in riva al mare. Qui, il lungo Pontile che si protrae alcuni metri dentro l’acqua, fornisce un punto ideale per godere di un panorama mozzafiato. In particolar modo al tramonto, quando il sole scivola dietro al mare.

A Pietrasanta c’è una splendida pineta conosciuta come La Versiliana. Ricca di eventi durante la primavera e l’estate, è frequentata durante tutte le ore della giornata per l’ombra rinfrescante. Nella villa all’interno del parco ha risieduto, per un periodo di tempo, Gabriele d’Annunzio.

Merita una visita anche il centro del paese. Fra i monumenti di maggior interesse ci sono il Duomo di San Martino e la Chiesa di Sant’Agostino. Il Duomo, in stile romano-gotico, risale al XIII-XIV secolo. La chiesa di Sant’Agostino, realizzata nel corso del XIV secolo, è in stile romano, mentre il campanile risale all’epoca tardo barocca.

Che dire, infine, di Viareggio? La città più famosa della Versilia non ha bisogno di presentazioni. Qui puoi spendere le tue giornate in riva al mare e trascorrere piacevoli serate nei locali, aperti fino a tarda notte.

In occasione della Pasqua, moltissime attività propongono uno speciale menù per esaltare la cucina tipica toscana.

 

Trekking

Se sei un amante delle camminate naturali, concediti un giro all’aria aperta al caldo del sole primaverile.

Dove? Al Lago di Massaciuccoli, nel comune di Massarosa. Puoi passeggiare sopra il lago grazie a delle apposite passerelle di legno.

Se vuoi spingerti più a fondo, puoi addentarti fra i canneti della selvaggia Oasi della Lipu, noleggiando barchini e canoe in loco.

Altra meta all’insegna dell’avventura è l’Antro del Corchia, la più estesa grotta europea. Situata nel cuore delle Alpi Apuane, a Levigliani di Stazzema, conta 53 chilometri di pozzi e gallerie. Fu scoperta nel 1841 dal geologo e speleologo leviglianese Giuseppe Simi.

Il percorso attrezzato di un chilometro costituisce l’unico frangente visitabile della grotta.

 

Sapore della tradizione

Hai mai assaggiato i Quaresimali? Sono biscotti secchi realizzati con albumi, farina, cacao, zucchero a velo e una scorza d’arancia. Il dolce segna l’ingresso nel periodo della Quaresima.

Se arrivi in Versilia qualche giorno prima della Pasqua non puoi non deliziarti con questo dolce a forma di lettere. Secondo la tradizione (di origini fiorentine) è un modo per dare forma al messaggio del Vangelo.

Un altro dolce tipico della Versilia consumato durante le festività pasquali è la Pasimata. Un pane dolce e soffice, di umili origini. In passato, era cotto nei forni a legna.

A donare alla Pasimata il suo inconfondibile sapore sono gli ingredienti. Oltre alla farina e allo strutto troviamo zucchero, lievito di birra, anicini, uova, uvetta e un pizzico di sale.
 

Dalle città alla natura, passando per il cibo, sono numerosi i motivi per visitare la Versilia a Pasqua. Prenota adesso un soggiorno nel nostro hotel.